SEI IN > VIVERE ALESSANDRIA > CRONACA
articolo

Operazione "Pokemon Word", sequestrati oltre 3 milioni di prodotti contraffatti, 3 persone denunciate

2' di lettura
42

Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Alessandria, nell’ambito dell’operazione “POKEMON WORLD”, ha inferto un duro colpo ad un sodalizio criminale, costituito da svariate società con sede in Cina, che, attraverso un noto sito di e-commerce, importava sul territorio italiano e commercializzava migliaia di prodotti recanti il marchio “Pokemon”. Tali venditori, oltre ad infrangere le normative vigenti in materia di marchi e brevetti, di fatto, "inquinavano" il regolare mercato, potendo proporre articoli a prezzi vantaggiosi.

L’indagine di polizia giudiziaria, coordinata dalla Procura della Repubblica di Alessandria, ha consentito, sinora, di sequestrare più di 3 milioni di prodotti contraffatti, perlopiù costituiti dalle note carte da gioco collezionabili, per un valore di circa 500.000 euro, con la contestuale denuncia, a piede libero, di 3 soggetti per aver introdotto nello Stato ed aver commercializzato prodotti con segni falsi.

Il giro d’affari realizzato da gennaio 2022 a marzo 2023, è stato quantificato in più di 1.200.000 euro, derivanti dalla vendita illegale di oltre 8 milioni di prodotti contraffatti

Il brand “Pokemon”, conosciuto per i videogiochi, l’abbigliamento, i giocattoli e, negli ultimi anni, per la distribuzione delle carte da gioco collezionabili, è uno dei franchise più redditizi a livello mondiale. In tale contesto, pertanto, le organizzazioni criminali hanno trovato terreno fertile e remunerativo nel costituire un florido mercato parallelo e illegale, riproducendo senza alcuna autorizzazione i prodotti maggiormente diffusi.

La “Nintendo Co. Ltd”, società giapponese titolare del marchio, ha confermato che l’operazione delle Fiamme gialle alessandrine ha permesso di mettere a segno uno dei più grossi sequestri avvenuti in Europa negli ultimi tre anni.

L’intervento della Guardia di Finanza di Alessandria s’inserisce nell’ambito delle attività di prevenzione e repressione delle condotte commerciali ingannevoli, su internet e nei negozi “fisici”, uno dei principali obiettivi strategici di polizia economico-finanziaria perseguiti del Corpo.

La contraffazione ed il commercio di prodotti non genuini danneggiano il mercato, sottraendo opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole.





Questo è un articolo pubblicato il 27-04-2023 alle 09:53 sul giornale del 28 aprile 2023 - 42 letture






qrcode